Edizione speciale: Cindarella è più felice a piedi nudi


Questa faccenda di poter uscire di casa e star fuori tutto il giorno senza aver neanche lontanamente il pensiero di quali scarpe scegliere è onestamente qualcosa di miracoloso.

Sentire l'acqua, la sabbia, il calore dei pontili, il pavimento della barca con i piedi mi porta alla presa di coscienza che i miei piedi "sentono". E non solo il dolore dei tacchi, ma aiutano a percepire con maggiore intensità l’ambiente in cui ci si trova. Credo che sia un'esperienza sempre più rara oggi. Eppure camminare a piedi nudi dona una sensazione di benessere.

Sembrerò sciocca ma onestamente, da ShoesAddicted, questa riscoperta mi riscalda il cuore.
All'età di 30 anni ho preso coscienza che venderei le più preziose Laboutin per qualche momento di questa libertà.
Secondo voi sono diventata vecchia?

Credo che una volta tornata a casa, nel caos delle mie giornate computer-dipendenti talvolta per sentirmi libera, sentirò la necessità di camminare scalza. Non prendetemi par matta. Il motivo adesso lo sapete. 
Quest'isola mi ha regalato la soluzione per la fuga dalla routine...
Il ricordo della sabbia bianca e calda non sarà così facile da rievocare quando poserò i miei piedini sul pavimento gelido del mio ufficio, ma perchè no, ci proverò.

Comunque un paio di Sergio Rossi di scorta non si negano mai a nessuno, intendiamoci...


Etichette: ,